Principio di funzionamento della rigassificazione

Ad esempio, per azionare un BHKW, il gas naturale deve essere fornito a temperatura ambiente e allo stato gassoso. Normalmente, il gas liquido viene fatto evaporare e riscaldare in un vaporizzatore, e il calore prodotto viene disperso nell’ambiente.

Per sfruttare il freddo prodotto dalla rigassificazione, questo viene trasferito dal gas naturale in evaporazione a un circuito geotermico, senza usare alcun compressore elettrico e solo tramite lo scambio di calore. Tramite il circuito geotermico il freddo può essere convogliato a più utenze  con differenti temperature di utilizzo.